Torta della nonna (la mia versione)

 

 

 

 

 

 

Quante volte vi è capitato di gustare la famosa torta della nonna, un friabile guscio di pasta frolla decorato dai pinoli che racchiude al suo interno un morbido ripieno di crema pasticcera  e vi siete detti:”….che  divina delizia !”.

Ho voluto fare delle piccole variazioni alla classica ricetta sostituendo ai pinoli  le mandorle a scaglie e inserendo all’interno  delle deliziose amarene preparate questa estate. 

 

Ingredienti della pasta frolla per crostate :

400 gr di farina 00
 150 gr di burro
150 gr di zucchero semolato
1 uovo intero e un tuorlo
 1 limone non trattato
 1 pizzico di sale (facoltativo 1 cucchiaino di lievito per dolci)

Ingredienti per la crema:

50 di farina o amido di mais

mezzo litro di latte

3 tuorli

buccia di mezzo limone

1 bustina di vanillina

3 cucchiai  di zucchero

Per decorare : zucchero a velo , mandorle a scaglie e amarene.

 

Preparate la crema pasticcera:

Sobbollire il latte in una capiente casseruola con la buccia di limone.

In una terrina a parte lavorate i tuorli e lo zucchero con l’aiuto di uno sbattitore elettrico, poi incorporate pian piano la farina setacciata e il latte, rimettete sul fornello e portate a bollore sempre mescolando, coprite con pellicola trasparente e fate raffreddare.

Preparate la pasta frolla  unendo tutti gli ingredienti , formate un panetto e riponete in frigo per mezz’ora.

Stendete la pasta in due dischi uguali spessi circa mezzo cm ,foderate con il primo disco uno stampo a cerchio apribile del diametro di 22 cm coperto di carta forno  e bucherellate delicatamente la superficie con i rebbi di una forchetta.

Versatevi la crema pasticcera ormai tiepida, aggiungete le amarene , livellate bene e coprite con il secondo disco di pasta frolla.

Sigillate bene i bordi con la punta delle dita, cospargete la superficie della torta della nonna con le mandorle a scaglie  e infornate a 180° per circa 40-45 minuti.

Decorate la torta con lo zucchero a velo 

 

Ho gustato questa torta con

Cartizze  di Carpenè Malvolti 

Precedente Brioche con lievito madre ripiene di crema alla nocciola Successivo Frittata zucchine e patate