Ceci

Quando a casa mia si cucinavano i ceci (tassativamente  nella “pignata “ sul fuoco a legna)

c’era  l’abitudine di far mangiare a metà mattina la cosiddetta “acqua dei ceci” ai bambini.
          Mia madre Anna d’inverno la mattina presto quando accendeva il camino metteva a cucinare  la pignata con i legumi  e quando i ceci erano cotti, prima di unire gli odori (aglio , alloro….. ) scolava l’acqua ai legumi facendo cadere nella ciotola pochi ceci e aggiungeva l’olio d’oliva.
Riuniva noi bambini intorno a questo unico piatto dove ognuno di noi bagnava il proprio pezzo di pane e si dimenava per raccogliere dal fondo della ciotola qualche cece.
Ricordo la bontà e la semplicità di un piatto che rifatto adesso non avrebbe più quel sapore ….la pignata ,il fuoco , i ceci coltivati in zona e le mani di tutti noi nello stesso piatto (non sempre ci si  lavava le mani prima di mangiare).


Precedente Polpette di mollica e formaggio della nonna Giacoma Successivo Bocconotti