Cavatelli con le cicerchie

La cicerchia  è un legume da tempo dimenticato che viene ancora coltivato in alcune zone dell´Italia del sud. Un tempo era presente in ogni orto di contadini, infatti, era conosciuto come il cibo dei poveri, la cicerchia è utilizzata per nutrienti e saporiti minestroni nonché in zuppe.

Ingredienti :

80 g di cicerchia a persona,

1 cipolla

100 g di pancetta

sale, pepe, foglie di alloro

Olio Extra Vergine d’ Oliva  DANTE

Cavatelli freschi


Preparazione

Mettete a bagno la cicerchia il giorno prima.
Il giorno sucessivo lavate bene le cicerche e  lessatele possibilmente in un coccio con qualche foglia di alloro, togliendo con una schiumarola le  bucce che verrano a galla.

Salate le cicerchie solo al termine della cottura.

A parte, fate soffriggere la pancetta con la cipolla tagliata sottile, sale e pepe.(io ho aggiunto il peperoncino)

Scolate la cicerchia e unitela al soffritto; se preferite frullate una parte per rendere la zuppa più cremosa, fate bollire per 10 minuti.

Portate a cottura i cavatelli  in abbondante acqua salata, scolate e unite alla zuppa di cicerchie,  finite il piatto con abbondante olio Extra Vergine d’Oliva DANTE.

In questa ricetta ho usato :

[banner]

Precedente Risotto con zucca e spek in cialda di parmigiano Successivo Zuppa inglese con croccante alle mandorle